Strategia SEO, Puntare Solo sulle Keyword non Paga

Una buona strategia SEO va oltre il posizionarsi sulle singole parole chiave. Detto in altre parole, l’obiettivo principale non dev’essere quello di finire nella prima pagina di Google.Partendo dall’assunto, sempre valido, che produrre contenuti di qualità sia la pietra miliare di qualsiasi lavoro di SEO che si rispetti, nelle righe che seguono vogliamo spiegare perché focalizzarsi solo sul posizionamento su determinate keyword spesso non sia una scelta vincente.

Come illustra brillantemente Dan Smith sul blog di Semrush, infatti, ci sono almeno cinque buone ragioni per non intraprendere un percorso del genere.

Il primo, fondamentale, motivo è che una qualsiasi strategia comunicativa dev’essere orientata agli utenti e non ai motori di ricerca. Non bisogna fare articoli relativi alle parole chiave che ci interessano, ma è necessario basarsi sui reali bisogni del proprio pubblico di riferimento, fornendogli contenuti utili e di qualità.

La seconda ragione è che dover monitorare il posizionamento su determinate keyword implica un certo quantitativo di tempo. Se le parole chiave che vorreste presidiare sono tante, dovrete mettere in conto parecchie ore di lavoro per verificare come stanno andando le cose, mese per mese. Con risultati che nella maggior parte dei casi non saranno incoraggianti. Tanto vale, dunque, investire il vostro tempo in una strategia comunicativa a 360 gradi.

Terza argomentazione a sostegno della nostra tesi: il ranking su Google non è tutto. La ricerca spasmodica della prima pagina delle SERP sui motori di ricerca non ha molto senso, se allo stesso tempo non si fa nulla per aumentare visite, clic e interazioni del proprio pubblico.

Diventa sempre più rilevante il quarto motivo, ossia la crescente difficoltà nel tracciare l’andamento delle keyword. I risultati nei motori di ricerca di ciascun utente vanno diversificandosi in base a svariati fattori, uno su tutti la geolocalizzazione: ciò comporta un’ulteriore aumento delle difficoltà di cui si parla nel punto due.

Last but not the least, la quinta ragione: focalizzarsi su una sola keyword può limitare il tuo traffico in entrata, precludendo le visite di ulteriori segmenti di pubblico. Attualmente, infatti, l’approccio alla ricerca di Google è di tipo semantico e quindi nei propri contenuti può tornare utile lasciare aperte più porte, piuttosto che battere sempre sullo stesso tasto.

CONCLUSIONE: NON PUNTARE TUTTO SUL RANKING GOOGLE

Con quanto scritto sopra non vogliamo affermare che sia inutile cercare di posizionarsi al meglio nelle SERP dei motori di ricerca, tutt’altro. Piuttosto è nostra intenzione porre l’accento sull’importanza di una strategia SEO completa, dove la prima pagina di Google non sia la sola ed esclusiva priorità.

 @aleben9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *