I video online vanno sempre meglio (a scapito della TV)

Sempre più pubblico televisivo emigra sulle piattaforme di video online e il mondo dell’advertising si adegua.

Stiamo vivendo un’epoca di cambiamenti radicali nelle abitudini di fruizione dei contenuti video. Ad oggi, una persona su tre non guarda più la televisione e i consumatori sono “multi-schermo” o “multi-piattaforma”. E’ in atto una vera e propria rivoluzione capitanata dai video online, che sta investendo tutti i campi della comunicazione. In particolare, per quanto riguarda l’advertising, fare pubblicità attraverso mobile video o social video risulta più semplice ed efficace per i brand, a cospetto del classico spot televisivo.

I VIDEO ONLINE SU YOUTUBE

Lo stesso Google indica ai brand advertiser la strada maestra: il vostro pubblico di riferimento è emigrato, ecco dove dovreste investire ora e nel futuro. Secondo un rapporto presentato dal colosso di Mountain View sulle ultime tendenze in materia di video online, in media 8 persone su 10 – tra i 18 e 49 anni – preferiscono guardare video su YouTube. In particolare, il tempo che questi consumatori passano davanti la TV è diminuito del 4%, mentre il tempo trascorso a guardare video sulla piattaforma di video online di Google è aumentato del 74%. Inoltre, l’azienda di Page e Brin afferma che questa tendenza è ancor più rivelante per i cosiddetti millennials. In conclusione, Google dichiara che, già nel prossimo futuro, la metà di questi giovani utenti non sottoscriverà un abbonamento alla pay Tv.

LEGGI ANCHE: I VIDEO ONLINE: PRESENTE E FUTURO DELLA COMUNICAZIONE SUL WEB

THE GOLDEN AGE OF VIDEO ONLINE: PAROLA DI ZUCKERBERG

Di pari passo con Google si muove anche Facebook, of course. Lo scorso anno, tra i campi dell’advertising, quello dei video online è stato il settore che ha registrato un maggiore incremento. Proprio qualche settimana fa, il fondatore di Facebook ha definito questo periodo come l’epoca d’oro dei video online. Ma, a Palo Alto, si erano resi conto già da tempo di questa tendenza: non a caso, il social più diffuso al mondo aveva, in tempi non sospetti, modificato il suo algoritmo per dare più visibilità ai video online sul news feed. Sempre adeguandosi a questa stessa tendenza, anche Coca Cola ha deciso di investire sui video online, divenendo uno dei maggiori inserzionisti di Snapchat, la piattaforma social utilizzata soprattutto per realizzare e condividere brevi video.

LEGGI ANCHE: LA DISINTERMEDIAZIONE AL POTERE: MATTEO RENZI E FACEBOOK MENTIONS

 VIDEO ADVERTISING: LA PUBBLICITA’ CON I VIDEO ONLINE

Ad oggi, il campo dell’advertising è un settore a dir poco competitivo in quanto popolato da una moltitudine di attori. Di conseguenza, per i brand è sempre più difficile attuare una strategia di comunicazione efficace, ma una soluzione è offerta, appunto, dal video advertising. I video online sono, infatti, uno strumento che permette alle aziende di comunicare in modo semplice e diretto ad un’audience più ampia. Anche se in questo settore non esistono delle best practice universali per creare maggior engagement è essenziale da un lato, generare contenuti originali e dall’altro, utilizzare la piattaforma che più si adatta al tipo di messaggio che si vuole trasmettere.

Contenuti mobile e video online, la rivoluzione (digitale) passa da qui.

 

@DanielaGalasso_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *