Scrivere Contenuti per Mobile, come Attrarre i Lettori

Avere un sito mobile-friendly non basta, per essere pronti al “mobilegeddon” bisogna anche saper scrivere i propri contenuti nella maniera migliore.

Da quando Google ha annunciato che, a partire dal 21 aprile, sarà esteso l’utilizzo dell’ottimizzazione per dispositivi mobili come segnale di posizionamento (tradotto, che nei risultati di ricerca appariranno più contenuti mobile-friendly), è partita la corsa per aggiornare a dovere i propri siti web.

IL RESPONSIVE WEB DESIGN NON BASTA

Certo, in questa sede non vogliamo negare che implementare un layout responsive sia un’ottima base di partenza per la propria strategia mobile. Ma si tratta soltanto della soluzione di una parte del problema. Oggi, infatti, vogliamo mettere sotto la lente un aspetto che in queste settimane è stato un po’ trascurato: il copywriting.

Del nostro stesso avviso è Neil Patel, che con un post su Content Marketing Institute afferma senza mezzi termini che se il responsive web design è la vostra unica strategia sul mobile, siete destinati a perdere utenti. Bisogna anche saper scrivere contenuti adatti ai dispositivi mobili, come illustra lo stesso Patel in sei semplici step.

I CONSIGLI PER UN BUON MOBILE COPYWRITING

Punto primo, dimenticare ciò che sappiamo sulla lettura dei contenuti online. Scordatevi il “triangolo d’oro” e la “struttura a F”, sui dispositivi mobili queste teorie non valgono. La maggior parte degli utenti guarda principalmente al centro dello schermo e in alto, mentre la parte inferiore è quella meno importante.

Punto secondo, sempre riguardante la lettura: le persone tendono a visualizzare di più le immagini rispetto al testo. Indipendentemente da dove si trovino.

Ancora: evitare punteggiatura, parole e frasi non necessarie, cercare di semplificare e sintetizzare quanto più possibile. Il che non significa scrivere articoli brevi, sia chiaro, ma esporre i propri contenuti in maniera essenziale, dando il maggior numero di informazioni necessarie senza dover costringere l’utente a scorrere verso il basso la pagina.

Sempre per lo stesso motivo, Nei Patel consiglia anche di scrivere titoli di paragrafi chiari e coincisi, in modo da non occupare troppo spazio e da permetterne una corretta visualizzazione. Gli stessi paragrafi devo essere corti, poichè il lettore tende a perdersi in blocchi testuali troppo estesi.

Infine, bisogna esser bravi a inserire le frasi e i concetti più significativi in testa al proprio articolo. Solo così riusciremo a catturare l’attenzione dei nostri lettori, spingendoli a continuare la lettura.

Non scrivere meno, ma scrivere meglio.

 @aleben9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *