Perché ogni azienda dovrebbe avere un corporate blog

Comunicare la propria identità è una sfida sempre più pressante per le aziende che operano nel web 2.0. Com’è possibile farlo al meglio? Certo, ci sono i social media. Ma non bastano. Un modo importante di raccontarsi online è quello del corporate blog, il “diario” aziendale, dove condividere informazione, contenuti ed esperienze. Che possono essere, ma non per forza, anche di natura giornalistica, come dimostrato, ad esempio, dal GE Reports, il blog di General Electric, organizzato come un vero e proprio magazine.

L’obiettivo centrale da perseguire creando un corporate blog non è, chiaramente, aumentare nel breve tempo le vendite. Ciò che si vuole ottenere, con una strategia di questo tipo, è il coinvolgimento del consumatore. I migliori blog aziendali sono semplici, trasparenti e progettati per aiutare realmente le persone. Non solo, devono porsi l’obiettivo di diventare una risorsa per l’intera comunità che gravita attorno ad un certo settore di mercato, anche se appartengono ad una singola azienda. Si pensi al lavoro di British Airways che, sul suo blog aziendale, posta tutte le notizie relative al mondo dei viaggi, che riguardino o no direttamente il brand.

Perchè, quindi, è necessario averne uno? Il motivo principale, che include tutti gli altri, è che ogni impresa, ora, ha bisogno di una presenza forte su internet e sui social media. Il blog, in questo senso, è perfetto. Sì perchè permette di creare interesse intorno al brand, di generare una conversazione che può spostarsi facilmente sui social network e di aumentare la reputazione online del marchio. Diventare un punto di riferimento per le informazioni che riguardano il proprio campo aumenta, senza dubbio, la credibilità del brand

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *