Model Automotive Ads: come cambia il mercato dell’automobile

Google AdWords ha introdotto Model Automotive Ads, un formato di advertising mobile pensato per essere un punto d’incontro tra brand e utenti nel settore automotive.

Del resto i dispositivi mobile hanno già rivoluzionato le nostre vite, modificando anche il modo in cui compiamo importanti scelte d’acquisto. Questo cambiamento ha investito anche il mercato delle quattro ruote. Ad affermarlo, è lo stesso Big G sul blog ufficiale di AdWords:

“The way people shop for cars has changed. The days of going from dealership to dealership are over. People now turn to their smartphones in critical auto shopping moments to research models, find deals, and get real-time advice”.

E’ questo il cambiamento che Google ha voluto intercettare lanciando Model Automotive Ads, un nuovo servizio di inserzioni pubblicitarie dedicato al mercato automotive. Secondo i dati diffusi dall’azienda di Page e Brin, la pratica più diffusa tra chi vuole investire sulle quattro ruote è quella di cercare immagini sul search engine di riferimento. Di queste ricerche, l’80% viene effettuato da mobile (un dato in linea con la tendenza generale, che di recente ha visto il sorpasso delle ricerche da mobile rispetto a quelle da desktop) e riguarda, principalmente, i modelli, le offerte e la possibilità di ricevere consigli a riguardo in tempo reale.

UNA NUOVA FORMA DI ADVERTISING PER IL SETTORE AUTOMOTIVE

Model Automotive Ads mira a fornire un nuovo tipo di esperienza all’utente, grazie alla combinazione tra realtà aumentata e Internet.Tweet: Model Automotive Ads mira a fornire un nuovo tipo di esperienza all’utente, grazie alla combinazione tra realtà aumentata e Internet.Inoltre, il nuovo formato di advertising vuole, da un lato, facilitare e migliorare le ricerche all’utente; dall’altro, punta a fornire maggiore visibilità ai brand. In particolare, le nuove inserzioni di Google AdWords propongono all’utente una galleria di immagini in alta qualità, sia del modello di autovettura che dei suoi interni. Allo stesso tempo, la ricerca è più fluida perché, sotto al carosello di immagini, compariranno tre opzioni relative il sito web del brand, alla caratteristiche del modello e ai rivenditori più vicini.

I PARTNER DI MODEL AUTOMOTIVE ADS: TOYOTA E DEALER.COM

Big G sostiene che con questo nuovo tipo di advertising brand e rivenditori vedranno i loro prodotti promossi al meglio grazie alla nuova veste grafica, più fluida e di maggiore impatto. L’azienda di Mountain View ha già reso pubbliche le prime statistiche fornitegli da Toyota e Dealer.com, i primi partner dell’iniziativa. Entrambi hanno riscontrato un incremento del click-through rate, a testimonianza dell’efficacia di questo nuovo strumento. Il noto marchio giapponese ha registrato un aumento del 45%, mentre il celebre sito di compravendita auto ha visto il suo ctr salire del 30%. Al momento, il progetto è stato lanciato solo negli Stati Uniti e solo per il settore automotive, ma non è escluso che presto arrivi anche in altri paesi e sia esteso anche ad altri settori.

 

@DanielaGalasso_ 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *