LinkedIn Live, la diretta video arriva sul social network

LinkedIn, il social network più utilizzato da aziende e professionisti, sta lanciando un nuovo servizio: LinkedIn Live, le dirette streaming per eventi di lavoro. In questa fase, un gruppo ristretto di iscritti alla piattaforma potrà condividere video in tempo reale a gruppi selezionati di utenti o a tutti i contatti sulla propria bacheca.

Il progetto è ancora in fase di test ma le premesse per far diventare le dirette un elemento strategico di LinkedIn ci sono tutte.

 

LINKEDIN, È TEMPO DI LIVE STREAMING


La più grande rete di professionisti – che oggi conta 600 milioni di utenti nel mondo e 12 milioni solo in Italia – potrà sfruttare le potenzialità della diretta per aiutare i membri della community a raggiungere e a centrare meglio i propri obiettivi professionali. I contenuti video, trasmessi in tempo reale, sono la nuova risorsa per distinguersi, far interagire i propri contatti e intercettarne di nuovi.

Il live streaming, dunque, approda anche su LinkedIn, dopo la diffusione su YouTube nel 2011, Twitter nel 2015, Facebook e Instagram, rispettivamente nella primavera e nell’estate del 2016. La data di lancio per tutti non c’è ancora, ma la settimana scorsa l’azienda acquisita da Microsoft nel 2016 ha rilasciato una versione beta di LinkedIn Live che, stando alle prime anticipazioni, sarà disponibile su invito e solo negli Stati Uniti.

Con un proprio formato per le Stories e per le reazioni ai post, sulla scia di Facebook e Instagram, già a partire dallo scorso novembre, il social network che dal 2002 è il punto di riferimento del business, è al lavoro sulla nuova funzionalità. Dopo il debutto dei primi contenuti video nativi nell’estate del 2017, LinkedIn ha potuto osservare un incremento nel traffico di utenti verso la piattaforma e ricavi da video (non live). Il Direttore del Product Management di LinkedIn, Pete Devies, ha sottolineato di recente l’importanza dei video, “il formato in più rapida crescita sulla nostra piattaforma in questo momento e quello che più probabilmente porta le persone a parlare”.

 

LINKEDIN LIVE, COSA C’È DI NUOVO

LinkedIn permetterà a un numero selezionato di utenti privati e aziende, che hanno ricevuto un invito ad hoc, di testare il nuovo servizio, in attesa di renderlo disponibile per tutti nei prossimi mesi.

LinkedIn Live ospiterà video in diretta per veicolare sessioni di domande e risposte, conferenze, lanci di prodotti, creare presentazioni, mostrare cerimonie di premiazione e trasmettere eventi guidati da influencer e specialisti del settore.

Come riportato da TechCrunch, nell’ultimo trimestre del 2018, Microsoft proprietaria della piattaforma, ha registrato un incremento del 29% dei ricavi da LinkedIn, in particolare grazie alla crescita del business degli annunci pubblicitari. Interessante il dato sull’engagement: +30% di commenti (per impression) provenienti delle inserzioni video rispetto ad altri contenuti pubblicitari.

In questa fase iniziale, per lo streaming dei contenuti, LinkedIn si appoggerà a partner come Wirecast, Wowza Media Systems, BrandLive e Socialive, oltre a poter contare sul supporto diretto di Microsoft. L’interfaccia dovrebbe essere molto simile alle dirette di Facebook e insieme al video sarà possibile visualizzare i commenti in tempo reale.

linkedin_live

Fonte: https://www.socialmediatoday.com/news/linkedin-launches-its-own-variation-of-live-streaming-called-linkedin-live/548185

L’opzione di monetizzare il servizio di live streaming non è stata presa in considerazione da LinkedIn in questa fase, ma visti i risultati positivi già registrati per il formato video, gli annunci potrebbero essere inseriti in futuro. Come ha precisato Peter Roybal, Capo Product Management Video di LinkedIn, al momento l’intento sembra essere quello di “mettere in pratica nuove idee”.

Un articolo pubblicato alcuni giorni fa da Paul Richards svela i punti di forza e le prime indicazioni sull’uso di LinkedIn Live.

I video caricati su LinkedIn dovranno avere contenuti specifici, legati ai temi, già popolari, della piattaforma, lavoro e networking professionale. Le relazioni con colleghi e potenziali clienti beneficeranno del nuovo strumento.

L’obiettivo è la creazione di contenuti esclusivi, come accade anche su Facebook, senza la possibilità di trasmettere in diretta e in contemporanea su più piattaforme.

La parola d’ordine è professionalità. Il suggerimento, prima di andare in onda, è quello di prepararsi come si farebbe per un’intervista in un contesto professionale. Diversamente da altri social network, dove sono sempre più presenti profili fake, la community di LinkedIn punta a un più alto livello di qualità e “responsabilizzazione”. In quest’ottica, LinkedIn farà spazio a commenti in diretta dando valore alla propria audience, che può diventare un partner o un possibile cliente.

Per sfruttare al meglio i vantaggi offerti dalla piattaforma, l’indicazione è quella di tenere aggiornati pagine personali e profili aziendali, proponendo un live streaming in linea con il proprio brand. Riservare uno spazio dell’ufficio proprio alle dirette video va in questa direzione. E come suggerisce Richards, “un investimento per il live streaming è un investimento complessivo per tutto il business”.

Last but not least, divertirsi. Se l’interattività con il proprio target resta l’obiettivo principale, scambiare idee e informazioni anche provando a intrattenere il pubblico può contribuire in maniera determinante al successo di una storia, un prodotto o un servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *