FOTOGRAFIA DI YOUTUBE: Parte 2/5 “La sua natura ibrida e in mutamento”

Perché Youtube è una via di mezzo tra un sito di intrattenimento, un social network e la vecchia televisione

Nella prima parte dell’articolo, abbiamo visto quanto possano essere impressionanti i numeri di Youtube, il secondo sito più visitato del mondo, il paragone con altri giganti del web e quali sono le ricerche più comuni ad esso associate.
Vedremo ora le peculiarità che lo rendono un prodotto a sé stante.

Ad aprile 2016, Think With Google si è lanciato in una previsione nettissima: 

Entro il 2025: metà degli spettatori sotto i 32 anni non avrà sottoscritto alcun abbonamento a pagamento per la televisione.

Con un panorama in costante mutamento, che vede Netflix in crescita repentina e il moltiplicarsi di piattaforme di abbonamento simili, ma anche l’acquisizioni da miliardi di dollari tra major come Disney, 21st Century Fox ecc, ci sono poche cose che possiamo affermare con certezza.

Una di queste è che già oggi 6 persone su 10 preferiscono piattaforme video online alla televisione.
Le ragioni sono molteplici.

IL MONDO IN UN CLICK

Da fuori degli U.S.A. proviene l’80% delle visualizzazioni su YouTube. Vuol dire che ancor più di qualsiasi social network, un pubblico potenzialmente globale ha accesso gratuito ai contenuti di ciascun utente e viceversa, seppure le diverse norme legali sul diritto d’autore possono influenzare il contenuto disponibile. Basti pensare che oltre il 60% dei video più popolari di youtube non possono essere visti in Germania, se non con difficoltà. Senza contare il blocco totale imposto da 3 paesi: Cina, Iran e Nord Corea.

Altri spazi a pagamento, al contrario, come Netflix, presentano differenze enormi tra un paese e l’altro (in Italia abbiamo a disposizione solo il 21% della libreria USA e latitano i prodotti realizzati in differenti paesi).

IL CONTATTO CON LA COMMUNITY

Nello stesso tempo in cui si può raggiungere contemporaneamente il mondo, youtuber e spettatori possono anche concentrarsi su un panorama molto più casalingo.
Esiste una versione locale in oltre 88 paesi.
Le lingue impostate sono 76, coprendo il 95% della popolazione di internet.

Il proprio canale diventa facilmente un blog, mentre le varie opzioni, tra commenti e messaggi privati, permettono un contatto diretto con i singoli utenti, anche se la componente più intima e personale va ovviamente a scemare man mano che i follower aumentano (non diversamente da una pagina Facebook).

LE DIVERSE OPPORTUNITÀ PER IL PUBBLICO

Se l’immediato accesso a contenuti globali non è troppo diverso da ciò che ha successivamente realizzato Instagram e se la gestione del singolo video e le risposte da parte degli utenti, sono paragonabili a quelle di un post di una pagina facebook, gli spettatori possono scegliere anche un’opzione che suona familiare al pubblico Twitter.
È infatti possibile seguire un trend topic o fare una ricerca sugli argomenti che interessano (es. “Minecraft” o “Oscar Reactions”). La differenza con Instagram è che sul social network, trovata la foto che interessa, la ricerca è finita, mentre su Youtube se a caricare un video è uno personaggio piuttosto che un altro, la differenza è molto sentita, non solo per la qualità ma perché (come su Twitter) funzionano bene i botta e risposta, come anche collaborazioni e dissing.

A tutto ciò, si aggiungono le ultime implementazioni che aggiungono ulteriori opportunità di comunicazione ed incontro, come la super chat, i sondaggi ed i post testuali.
Difficile prevedere cosa cambierà quando Youtube Red entrerà a pieno regime assieme a tutte le nuove promesse che, quasi quotidianamente, vengono annunciate in questi giorni.

Queste sono le ragioni per cui è difficile racchiudere Youtube sotto un unico cappello descrittivo. Persino quello di “Piattaforma per video-sharing” è ormai troppo stretto.

Questa varietà di elementi è da tenere in considerazione quando si analizzano le varie opzioni per raggiungere il pubblico


L’articolo continua dal punto 1:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *