“Se dico gelato” lo storytelling 2.0 di Sammontana

Di storytelling avevamo già parlato, in occasione del ritorno sugli schermi italiani di Carosello. Ma il web 2.0 offre molte altre opportunità alle aziende per raccontare la propria storia. C’è, in primo luogo, la possibilità di coinvolgere gli utenti. Ed è proprio questo ciò che sta facendo Sammontana, che ha avviato, al Festival del Gelato di Firenze, il suo progetto “Se dico gelato”.

Si tratta, in sostanza, di una storia collettiva per raccontare le esperienze personali con il gelato. Tutto è cominciato al Festival di Firenze dove, durante i quattro giorni di manifestazione, era possibile raccontare la propria esperienza utilizzando l’hashtag #sedicogelato, il sito www.sedicogelatosammontana.it o direttamente sul posto grazie all’app mobile in dotazione alle hostess dello stand Sammontana. Dove, riuniti, c’erano anche venti blogger, esperti di cibo, lifestyle e viaggi, che raccontavano in diretta sui propri blog costa stava succedendo.

La storia, ovviamente, non finisce con il Festival del Gelato. Al termine di questo, infatti, Sammontana ha rilasciato un app su Windows Phone (disponibile dal 10 giugno su Google Play e App Store), per permettere ai consumatori di continuare a raccontare le proprie esperienze. “Ci aspettiamo” ha spiegato Leonardo Bagnoli, ad di Sammontana “grandi risultati dall’uso integrato di più canali e da un utilizzo del digital non solo in termini di advertising ma anche di partecipazione diretta degli utenti, verso i quali è da sempre rivolta l’attenzione di Sammontana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *